Archivo delle Categorie: Diritto d’autore

Ho da sempre molte idee su imprese da avviare, progetti che poi non sono in grado di concretizzare. Potrei in qualche modo “venderli” ad altri, rimanendo con loro socia, a patto di partecipare alle spese di avviamento? Come posso proteggere il mio “diritto di maternita” su tali idee?

Il problema sostanziale della situazione prospettata risiede nel fatto che sulle “idee”, intese come intuizioni, progetti, iniziative che non si concretizzano in una soluzione tecnica, non sussiste una vera e propria tutela. Per legge, infatti, le idee sono liberamente apprezzabili ed utilizzabili da chiunque. Tutte le volte in cui, però, le idee siano qualcosa di […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

Pochi giorni fa ho scoperto che un mio racconto, già presente in rete da quasi quattro anni, è stato pubblicato su un sito a pagamento, senza il mio consenso e con la paternità di un’altra persona. Subito ho informato il webmaster del sito e lui ha provveduto a correggere la paternità, ma non vuole porre una nota nella pagina principale per avvertire i lettori della errata indicazione e della avvenuta correzione. Posso imporglielo a termini di legge per difendere i miei diritti morali?

Quanto accaduto è davvero piuttosto spiacevole e mi sembra che il webmaster abbia decisamente ecceduto nel suo comportamento. Un racconto, soprattutto in virtù del fatto che era già stato pubblicato in rete, gode della tutela prevista dalla legge sul diritto d’autore che attribuisce all’autore un diritto morale ed un diritto economico di sfruttamento dell’opera. Conseguentemente […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

Dipingo quadri per passione e ne ho venduti alcuni. Adesso uno dei miei acquirenti vuole realizzare delle stampe con i miei quadri: può farlo? Come faccio a rivendicare la paternità di ogni quadro?

Dipingere quadri è un’attività artistica e le opere che si realizzano sono tutelate automaticamente dalla legge sul diritto d’autore senza che occorra compiere alcun atto in particolare. L’unico problema potrebbe essere quello di dimostrare di essere gli autori di un quadro, problema che normalmente si risolve semplicemente apponendo la propria firma che è un tratto […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

È consentita la pubblicità comparativa?

La pubblicità comparativa è vietata e, soprattutto, viene sanzionata pesantemente quella denigratoria che mira a risaltare le qualità di un prodotto citando i difetti di un altro. In particolare, l’art. 15 del Codice di Autodisciplina pubblicitaria prevede che “è consentita la comparazione indiretta quando sia utile ad illustrare sotto l’aspetto tecnico ed economico caratteristiche e […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

Abbiamo realizzato una serie di moduli innovativi e vorremmo tutelarli. Ci hanno detto che è sufficiente scriverci in basso “copyright” seguito dal nostro nome. È vero? È sufficiente una precauzione del genere?

Il tipo di tutela dei moduli, o meglio dei “form” che spesso vengono utilizzati per lo svolgimento delle normali attività professionali è piuttosto incerto. Per alcuni tipi di formulari, costituiti principalmente da tabelle, schemi ed altre suddivisioni della pagina da utilizzare, così come per le bollette con le quali si provvede al pagamento di tasse […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

Sono titolare di uno studio che si occupa di grafica tridimensionale, in pratica eseguo disegni tridimensionali, fotomontaggi ed animazioni virtuali per professionisti quali architetti, arredatori, pubblicitari, ed ogni imprenditore che voglia rappresentare virtualmente un progetto. Quello che vorrei sapere è di chi è il diritto d’autore sulle immagini e sui filmati che produco per queste persone tenendo presente che le produco sulla scorta di loro indicazioni e di loro progetti.

La prima cosa che occorre analizzare è se quanto lei realizza sia da considerarsi un mero lavoro tecnico o se possa essere definito come un’opera intellettuale. Nel primo caso, ovvero qualora il suo lavoro consista solo nel riprodurre certi dati in un certo formato ed animarli utilizzando un apposito programma, senza che lei esegua alcun […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

La mia ragazza ha un iride molto particolare e lo abbiamo fotografato con un’apparecchiatura apposita per poter applicare la foto su delle magliette. Possiamo ottenere l’esclusiva dell’uso dell’immagine?

Indubbiamente è possibile utilizzare la foto realizzata in modo esclusivo, ricorrendo alla legge sul diritto d’autore. Le immagini originali e creative godono di apposita tutela e gli autori possono vantarne tutti i diritti semplicemente apponendo sulle magliette, sotto la foto, la dicitura “copyright by” ed indicando in seguito il nome del titolare dei diritti, il […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

Cosa significa la scritta “COPYRIGHT, tutti i diritti riservati all’autore”?

È la famosa “copyright notification”, l’informazione che deve essere inserita sui libri, ma anche sui dischi, sui filmati, sulle pagine internet e più in generale sulle opere che godono della protezione del diritto d’autore, per avvisare il lettore che il materiale che ha a disposizione non è liberamente riproducibile, bensì sottoposto a copyright. Riguardo ai […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

Come funzionano i diritti sui brani musicali ed in particolare gli MP3?

I brani musicali sono coperti da copyright, come tutte le opere dell’ingegno, per cui la loro riproduzione non è libera, ma vincolata al consenso dell’autore ed al pagamento dei relativi diritti. Per i brani musicali, in particolare, il pagamento dei diritti avviene tramite la SIAE che si occupa di incassare i diritti dagli utilizzatori e […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑

È possibile utilizzare la traduzione del libro di un autore morto da oltre duecento anni, semplicemente citando il nome dell’autore e del traduttore, senza pagare i diritti a nessuno?

I diritti d’autore su un’opera letteraria durano per tutta la vita dell’autore ed, in capo agli eredi, per settanta anni dopo la sua morte, periodo decorso il quale chiunque potrà utilizzare l’opera, farne delle copie e riprodurla nelle forme che preferisce. Nel caso di specie sono indubbiamente scaduti i diritti d’autore dello scrittore originario, deceduto […]

È stato pubblicato anche in Diritto d'autore Torna su ↑