Sono titolare di uno studio che si occupa di grafica tridimensionale, in pratica eseguo disegni tridimensionali, fotomontaggi ed animazioni virtuali per professionisti quali architetti, arredatori, pubblicitari, ed ogni imprenditore che voglia rappresentare virtualmente un progetto. Quello che vorrei sapere è di chi è il diritto d’autore sulle immagini e sui filmati che produco per queste persone tenendo presente che le produco sulla scorta di loro indicazioni e di loro progetti.

La prima cosa che occorre analizzare è se quanto lei realizza sia da considerarsi un mero lavoro tecnico o se possa essere definito come un’opera intellettuale. Nel primo caso, ovvero qualora il suo lavoro consista solo nel riprodurre certi dati in un certo formato ed animarli utilizzando un apposito programma, senza che lei esegua alcun lavoro creativo, non si pone alcun problema interpretativo, in quanto lei si limiterebbe a svolgere un incarico, sarebbe ricompensato per quello e non potrebbe vantare alcun’altra pretesa. Se, invece, i lavori eseguiti sono opere creative, in quanto da un disegno di base o da una mera idea vengono realizzati disegni tridimensionali o animazioni che possono considerarsi un’opera intellettuale, allora il discorso cambia. In tale ipotesi, il diritto d’autore sulle immagini spetta all’autore, ma se le opere vengono realizzate su commissione e a tal fine, l’unico diritto che spetta all’autore è quello “morale” e non anche quello economico. Ciò significa che il realizzatore dell’opera dovrà sempre essere indicato come l’autore, ma non potrà pretendere alcun compenso economico ulteriore per l’uso che i committenti faranno del lavoro in questione. L’unica alternativa per modificare tale assetto di interessi è mettere per iscritto al momento dell’incarico, che i diritti d’autore vengono regolati in un certo modo piuttosto che in un altro magari riservandosi il diritto di utilizzare quei lavori ad altri fini. Tenga tuttavia presente che in caso di uso, come base, di foto o disegni di terzi, non è possibile elaborarli senza il loro consenso, per cui anche questo aspetto dovrà essere valutato accuratamente volta per volta.

Categoria: Diritto d'autore Ultimo aggiornamento: 2012/08/20