Come posso proteggere un gioco da fare in discoteca con l’ausilio di un software?

Questo tipo di idee sono piuttosto difficili da proteggere in quanto non si concretizzano in un’opera materiale ma nell’idea di ottenere un certo risultato ludico. Pur non essendo espressamente previsti nell’ambito della legge sul diritto di autore, i giochi vengono normalmente depositati presso la SIAE al pari delle opere letterarie, dei dischi, dei disegni per ottenerne la paternità. Anche le trasmissioni televisive vengono protette proprio in virtù di detta legge: in realtà, quando si vuole proteggere un programma, si prepara il “format” che solitamente è una descrizione dettagliata dello svolgimento del programma stesso e lo si deposita alla SIAE da solo o unitamente alla registrazione in videocassetta del numero zero (ovvero del numero di prova) della trasmissione. Nel caso di un gioco di società da svolgere all’interno delle discoteche, ma che potrebbe essere tranquillamente utilizzato anche all’interno di trasmissioni televisive, si dovrebbe seguire la stessa procedura. In più potrebbe essere consigliabile depositare presso il Registro Pubblico del Software il programma al computer, ideato ed utilizzato per fare il gioco, in quanto potrebbe essere un elemento di grande novità dal punto di vista commerciale. Per rafforzare ulteriormente la propria posizione è consigliabile, inoltre, diffondere questo gioco con un nome e registrarne il marchio in modo che cominci ad essere conosciuto con quell’appellativo e tutti coloro che tenteranno di utilizzarlo successivamente dovranno chiamarlo in modo diverso dando immediatamente nel pubblico l’impressione della non originalità.

Categoria: Tutela del software Ultimo aggiornamento: 2012/08/21