Che norme esistono in merito alla riproduzione di immagini e filmati su un sito internet?

Le immagini ed i filmati sono protetti dalla legge sul diritto di autore e, come tali, godono del copyright per il fatto stesso di essere stati creati senza che ci sia necessità di alcuna registrazione formale. Il problema che può porsi è quello relativo alla paternità ed alla data di creazione, per cui conviene in ogni caso depositare il lavoro creativo presso la SIAE che rilascia un numero ed una data di deposito che fanno fede anche in un eventuale giudizio. In ogni caso la duplicazione del materiale protetto è comunque illegale. La cosa migliore è quella di mettere l’indicazione del copyright a fianco di ogni immagine che si pubblica, indicandone data ed autore, così come all’inizio dei filmati, in modo da informare chi si avvicina al sito che si tratta di materiale protetto. Normative recenti sul tema non ci sono, ma ci sono sentenze che confermano questa posizione. In particolare il Tribunale di Torino ha ultimamente vietato ad un quotidiano locale di pubblicare fotografie scaricate dal sito internet della Juventus in quanto le immagini della squadra sono di titolarità esclusiva di una società di stampa, a cui sono stati ceduti i diritti. Addirittura negli Stati Uniti è stato chiamato in giudizio un particolare motore di ricerca (http://www.ditto.com) che consente di trovare immagini, proprio per il fatto che, nel momento in cui effettua la ricerca e fornisce il risultato, di fatto “copia”, se pure provvisoriamente, le immagini dai siti. Tutto ciò è chiara riprova del fatto che c’è una grande attenzione a mantenere il rispetto dei diritti di copyright su foto ed immagini e come sia sempre più frequente ed efficace il ricorso al giudice per vederli garantiti.

Categoria: Siti internet Ultimo aggiornamento: 2012/08/21