Come si tutelano i brani musicali?

I brani musicali sono tutelati dalla Legge sul diritto di autore, la quale concede a chi compone la parte musicale ed a chi compone la parte letterale di una canzone, di ottenere il diritto esclusivo di poterla riprodurre, incidere, commercializzare. Questo tipo di diritto viene garantito, in virtù dell’art. 6 L.A., dal momento stesso in cui il brano è stato creato, ma normalmente, si procede a depositare la canzone presso la SIAE soprattutto al fine di precostituirsi una prova della paternità del lavoro. Mentre il copyright è il diritto di poter riprodurre in esclusiva un’opera ed è in pratica il diritto che viene concesso dalla legge nel momento stesso in cui l’opera stessa viene ad esistenza, la SIAE è un ente, previsto dalla stessa legge, che svolge attività di tipo amministrativo per la gestione delle opere tutelate dal diritto di autore. In particolare, la SIAE esercita una sorta di attività di intermediazione, potendo concedere licenze e autorizzazioni per l’utilizzazione delle opere, percepire i compensi derivanti da detta utilizzazione e provvedere a ripartire gli incassi tra gli aventi diritto. A quest’ultimo fine, il regolamento della SIAE prevede una ripartizione in quote percentuali diverse spettanti a chi compone la musica, a chi scrive il testo, a chi arrangia, ecc. Per conoscere in dettaglio le modalità da seguire per proteggere i propri brani è opportuno rivolgersi alla sede della SIAE della propria città ovvero consultare il sito www.siae.it.

Categoria: Diritto d'autore Ultimo aggiornamento: 2012/08/20