Si può ottenere il copyright su una compilazione di programmi per computer?

Le raccolte di opere protette dalla legge sul diritto di autore sono a loro volta protette dalla stessa legge per cui certamente è possibile ottenere il copyright se la compilazione realizzata è originale nei suoi contenuti. Riguardo alla possibilità di farlo, ovviamente non ci sono problemi di sorta se i programmi che vengono raccolti sono di proprietà dello stesso autore della raccolta, viceversa se vengono messi insieme una serie di programmi di altri autori, è indispensabile ottenere il loro consenso ai sensi dell’art. 171-bis della Legge sul diritto di autore. Normalmente per farlo è necessario corrispondere loro un compenso, ma, anche nel caso in cui questi siano disposti a permettere la raccolta dei loro programmi senza percepire alcuna somma, ugualmente bisogna ottenere il loro consenso in quanto la gratuità della messa a disposizione del software non toglie nulla alla sua protezione con il copyright. Questo si verifica in particolare con i programmi detti “freeware” che vengono scaricati da internet o che si trovano in molti CD ROM all’interno di riviste specializzate, per i quali non bisogna pagare niente per poterli utilizzare ma ciò non significa che non ci siano degli obblighi da rispettare. Normalmente, anzi, prima di procurarci un tale programma dobbiamo accettare una serie di clausole che vengono presentate all’inizio, prima del “download”, e che fissano in modo rigoroso i limiti entro i quali potremmo utilizzare il software. Di solito si dice che il programma potrà essere utilizzato a scopo personale, ma che non potrà essere modificato o venduto ad altri senza l’autorizzazione dell’autore. Quello che è importante sapere è che non tutto è lecito, per il solo fatto che non si paga. Nei CD che si trovano nelle riviste, ad esempio, l’autore del programma di solito acconsente alla riproduzione del suo lavoro purché l’editore si impegni a non fare pagare nulla di più a chi compra e, quindi, non ne tragga un guadagno, mentre in caso contrario dovrebbe dividere questo guadagno con il programmatore.

Categoria: Diritto d'autore Ultimo aggiornamento: 2012/08/20